Radio Risposta Web

Bilanci

, 28 Agosto 2016

Normalmente i bilanci si fanno a fine anno,  anno solare o scolastico o fiscale. Io per una volta lo faccio ad agosto, mentre passeggio su una spiaggia sarda.

Se guardo al passato, le cose che avrei potuto fare, quelle che non avrei dovuto fare, il dolore che ho provocato, il poco bene che ho fatto, le possibilità che ho avuto e non ho sfruttato, le persone che ho trascurato, gli errori commessi, le decisioni sbagliate, le occasioni perse, il tempo sprecato, il bilancio della mia vita è decisamente negativo, forse addirittura un disastro,  un completo fallimento.

Ma qualche anno fa il Signore mi ha attirato a sé, ha toccato il mio cuore, ha aperto i miei occhi spirituali  e io mi sono arreso a Lui. Sono nato di nuovo, sono diventato tempio dello Spirito Santo, sacerdote del Dio Altissimo, discepolo di Cristo, partecipe della natura divina,  erede di una fortuna incorruttibile e senza prezzo, destinato a vivere la beatitudine celeste. E, come figlio di Dio, già oggi vivo una vita piena e abbondante e posso godere di una gioia perfetta e senza fine

Allora, in fondo, per grazia di Dio, solo e unicamente per grazia, la mia vita su questa terra, un battito di ciglia rispetto all’eternità, è stata un grande successo. Non ai miei occhi, né agli occhi di chi mi sta attorno, ma a quelli ben più saggi e importanti di Dio.

Share Button

Commenti

  1. Avatar

    Michele
    28 Settembre 2016

    Mi riconosco anche io in molti fallimenti terreni, che temporaneamente riesco a ringraziare riuscendo ad intravederne in loro di tanto in tanto concime da riutilizzare per future semine migliori… che come mia modesta eredità di errori di quasi trentenni, può ricollegarsi forse a tutta l’eredità dell’uomo relativamente vecchia o giovane che sia, ma che bene o male grazie ad essa egli è riuscito a sostenersi fino ad ora; forse barcollando, forse riscattando nei tempi giusti le giuste contromisure imparate. Non so cosa mi e ci sarà riservato, ma spero come fino ad ora sono sempre riuscito, di saper ritrovare la strada verso Dio. Infine vorrei chiedervi se sarebbe possibile parlare in silenzio o semplicemente chattare con qualcuno di voi in cerca di riempire qualche mia domanda? Cordiali saluti.
    Michele.

Rispondi