Radio Risposta Web

V day!

, 28 December 2020

Il 27 dicembre 2020, è stata una giornata storica per l’Europa; sono state infatti effettuate le prime vaccinazioni contro il Covid 19.
Da mesi il mondo guarda al vaccino con speranza, come la unica possibilità di mettere fine a questa terribile pandemia che ci affligge da quasi un anno, che ha causato centinaia di migliaia di morti e messo in ginocchio intere economie.

Sul web si scrivono già fiumi di parole contro il vaccino, e tantissime persone hanno già deciso di non vaccinarsi, scelta spesso ideologica piuttosto che dettata da considerazioni scientifiche. Non entro nel merito della discussione perché non ho le competenze; piuttosto questo mi fa pensare che da sempre esiste una malattia molto più pericolosa che si chiama peccato o ribellione a Dio. Un virus con tasso di contagio del 100%, perché nessun uomo o donna ne è immune, una malattia con letalità del 100%, perché tutti quelli che la contraggono finiscono col morire.
Ma da circa 2000 anni esiste un potente vaccino contro questa virus, un vaccino costituito dal sangue di Cristo versato sulla croce per coprire i nostri peccati.

Purtroppo, anche in questo caso, ci sono i negazionisti e i no vax e sono la maggioranza. Miliardi di persone negano l’esistenza stessa di questo virus o comunque non si vogliono vaccinare.
Molti negano il concetto stesso di peccato; altri lo riconoscono ma cercano di curarsi con metodi “naturali”, inventati dall’uomo, le religioni, le filosofie, la psicoanalisi…

Il rimedio, il vaccino, è uno solo, disponibile per tutti, efficace al 100% e senza effetti collaterali: si tratta semplicemente di credere in Cristo e nel suo sacrificio.

Se siamo tra i “vaccinati col sangue dell’Agnello”, rendiamo gloria a Dio; se non lo siamo, corriamo a farlo prima di finire in un un “ospedale” da cui non si torna indietro.

Share Button

Commenti

Scrivi per primo un commento.

Rispondi