Radio Risposta Web

Una Parola per Oggi

“Considera dunque la bontà e la severità di Dio”
(Romani 11:22)

Quante cose possiamo considerare che ci spingono a riflettere sulla bontà di Dio? Sicuramente tante! Potremmo partire dal creato, dall’armonia che lo governa, dalla sua bellezza, dalla perfezione che si esprime fin nelle più piccole forme di vita. Potremmo pensare all’uomo, la più nobile fra le creature terrestri, con la sua intelligenza, la sua sete di conoscenza, la sua capacità di assoggettare a sé le cose che lo circondano per trarne un utile nella propria vita… e tante altre cose.
Le ricchezze della Sua bontà, della Sua potenza e della Sua costanza si esprimono soprattutto nella Sua volontà di spingere l’uomo al ravvedimento (Romani 2:4). Sì, perché l’uomo è contaminato da una macchia terribile che si chiama “peccato”, e per estinguerla Dio nella Sua bontà non ha esitato a donare alla croce il Suo unigenito Figlio. Ma per coloro che si ostinano a non riconoscersi peccatori e non si ravvedono, rimane la severità inflessibile di un Dio Santo che non tollera il peccato.
g.b.

Ascolta la versione audio
UNA PAROLA PER OGGI

© Una Parola per Oggi
Edizioni CEM, Modena


Scarica l’APP del calendario Una parola per Oggi per il tuo smartphone.
Disponibile nelle versioni Android e Apple nei rispettivi store.

Share Button
WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien