Radio Risposta Web

Una Parola per Oggi

Nessun uomo può pagare a Dio il prezzo del suo riscatto. Il riscatto dell’anima sua è troppo alto.
Salmo 49:7,8

In questo Salmo è nascosto un enigma: “Io porgerò l’orecchio a un proverbio, esporrò il mio enigma con l’arpa” (v. 4). Dice infatti che nessun uomo può pagare a Dio il prezzo del proprio riscatto: secondo la Legge data a Mosè, il riscatto degli schiavi era consentito (vedi Esodo 30:12), ma in questo caso il salmista specifica che sta parlando del “riscatto dell’anima”, che non ha prezzo. “Nessun uomo può pagare a Dio il prezzo del suo riscatto, ma DIO riscatterà l’anima mia dal potere del soggiorno dei morti, perché mi prenderà con Sé ” (v. 7,15).
Nessuno, se non Dio stesso, può riscattare la nostra anima, perché il prezzo del riscatto di un’anima è troppo alto. Gesù in persona si è offerto come “l’Agnello di Dio” (Giovanni 1:29), pagando col Suo sangue il prezzo del peccato per chiunque crede nel sacrificio sostitutivo della croce.
Questo Salmo apparentemente parla della vanità di chi confida nelle ricchezze, ma in esso è incastonata una perla nascosta: la proclamazione del Vangelo della grazia.
c.g.

Ascolta la versione audio
UNA PAROLA PER OGGI

© Una Parola per Oggi
Edizioni CEM, Modena


Scarica l’APP del calendario Una parola per Oggi per il tuo smartphone.
Disponibile nelle versioni Android e Apple nei rispettivi store.

Share Button